Contributi canoni locazione 2012

Bando di Concorso

Legge 9 dicembre 1998, n. 431 – art. 11

Fondo Nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione.

Bando di concorso per la concessione dei contributi integrativi ai canoni di locazione per l’anno 2012 in favore dei cittadini residenti che siano titolari di contratti ad uso abitativo, regolarmente registrati, di immobili ubicati sul territorio comunale e che non siano di edilizia residenziale pubblica.

 

E’ indetto un bando di concorso per la concessione dei contributi integrativi ai canoni di locazione per l’anno 2012 in favore dei cittadini residenti che siano titolari di contratti ad uso abitativo, regolarmente registrati, di immobili ubicati sul territorio comunale e che non siano di edilizia residenziale pubblica.

Responsabile del procedimento: Dott.ssa  Catia Cavalluzzo;

Termine presentazione domanda: 08.11.2012;

Termine conclusione procedimento: 12 (dodici) mesi dalla data di pubblicazione del Bando;

1. RISORSE
Le risorse per la concessione dei contributi sono quelle che saranno assegnate al Comune dalla Giunta Regionale, presumibilmente in diminuzione rispetto agli importi assegnati nel 2011.

2. CONDIZIONI
Per beneficiare dei detti contributi devono ricorrere le seguenti condizioni, pena la non ammissione al concorso:

A) avere, unitamente al proprio nucleo familiare, i requisiti previsti dall’art. 2, lett. a, b, c, d, e ed f, della legge Regione Campania del 2 luglio 1997, n. 18, per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica (in caso di avvenuto trasferimento in altro Comune, il requisito della residenza va posseduto con riferimento al periodo che può essere coperto dal contributo);
Ai fini del presente bando si considera nucleo familiare quello composto dal richiedente e da tutti coloro, anche se non legati da vincoli di parentela, che risultano nel suo stato di famiglia anagrafico con riferimento al periodo coperto dal contributo.
Gli stranieri possono partecipare al bando di cui in oggetto se:

– titolari di carta di soggiorno o permesso di soggiorno almeno biennale ed esercitanti una regolare attività di lavoro autonomo o subordinato ( L. 189/2002);

– residenti da almeno dieci anni nel territorio nazionale di cui almeno cinque nella Regione Campania. 

B) essere titolare, per l’anno 2012, di un contratto di locazione per uso abitativo, regolarmente registrato ed in regola con il versamento annuale della tassa di registrazione (Mod. F23), relativo ad un immobile non di edilizia residenziale pubblica.

3. REQUISITI
Per beneficiare del contributo deve inoltre sussistere almeno uno dei seguenti requisiti:
Fascia A: avere un reddito annuo imponibile del nucleo familiare (valore ISE), per l’anno 2011 non superiore ad Euro 10.716,68 (importo pari a due pensione minime I.N.P.S. riferite all’anno 2011), rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione 2012 risulti non inferiore al 14%;
Fascia B: avere un reddito annuo imponibile del nucleo familiare per l’anno 2011 (valore ISE), non superiore ad Euro 18.000,00, rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione 2012 risulti non inferiore al 24%;

4. MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO
Si provvederà alla liquidazione del contributo dopo il trasferimento delle risorse dalla Regione Campania al Comune stesso.
Un’aliquota non superiore al 10% della somma disponibile è utilizzata per la concessione di contributi alle famiglie che si trovano in particolari situazioni di emergenza o di disagio abitativo (sfrattati, baraccati o particolari situazioni di priorità sociale certificate dalle Amministrazione Comunale;
Un’aliquota non inferiore al 70% della somma disponibile è destinata ai concorrenti della fascia “A”, la rimanente quota è destinata ai concorrenti inseriti nella fascia “B”, qualora tali somme eccedano le occorrenze la parte residua sarà utilizzata per la generalità dei concorrenti;
Il Comune si riserva la facoltà di erogare il contributo spettante al conduttore, in situazione di morosità, al locatore dello immobile interessato a sanatoria della morosità medesima a condizione che il locatore interrompa la procedura di sfratto.
In caso di decesso il contributo sarà assegnato al soggetto che coabita con il titolare del contratto, in riferimento al periodo coperto dal contributo e che succede nel rapporto di locazione ai sensi dell’art. 6 della Legge 392/1978;

5. CALCOLO DEL CONTRIBUTO
II contributo teorico è calcolato sulla base dell’incidenza del canone annuo, al netto degli oneri accessori, sul valore ISE calcolato ai sensi del D.lgs. 109/98 e successive modifiche ed integrazioni, come segue:

a) per i concorrenti in possesso del requisito di cui alla lettera a), l’incidenza del canone sul reddito va ricondotta fino al 14% ed il contributo da assegnare, non potrà essere superiore alla somma di € 500,00 cadauno;

b) per i concorrenti in possesso del requisito di cui alla lettera b), l’incidenza del canone sul reddito va ricondotta fino al 24% ed il contributo da assegnare non potrà essere superiore ad € 400,00;

Nel caso in cui residuino somme da assegnare si procederà ad aumentare il contributo per il primo classificato  e così via a scalare sino a concorrenza dell’importo massimo concedibile.
L’importo del contributo sarà proporzionale ai mesi di validità del contratto di locazione, le frazioni di mese inferiori ai 15 giorni sono escluse dal calcolo.
Il contributo non può superare, in ogni caso, l’importo del canone annuo corrisposto.
L’erogazione del contributo a soggetti che dichiarano “ISE zero” è possibile soltanto in presenza di espressa certificazione a firma del responsabile del competente ufficio comunale, che attesta che il soggetto richiedente usufruisce di assistenza da parte dei Servizi Sociali del Comune oppure di autocertificazione circa la fonte di sostentamento.
Nel caso in cui le risorse attribuite risultino inferiori al fabbisogno degli aventi diritto, il Comune si riserva la facoltà di ridurre le somme da liquidare, ai beneficiari delle fasce di appartenenza, in misura percentuale all’importo dovuto;

6. SELEZIONE DEI BENEFICIARI E PRIORITA’
La selezione dei beneficiari avverrà mediante la formulazione di una graduatoria (distinta per riserve o unica comprendente le stesse) in funzione di un coefficiente derivante dal rapporto tra il canone corrisposto, al netto degli oneri accessori, e valore ISEE dell’anno precedente a quello di riferimento.
A parità di punteggio, sarà data priorità ai concorrenti in base alle seguenti condizioni e secondo il seguente ordine di elencazione:

a. soggetti nei confronti dei quali risulti emesso provvedimento di rilascio dell’abitazione e che abbiano proceduto a stipulare un nuovo contratto di locazione ad uso abitativo con le modalità previste dalla legge 9 dicembre 1998, n.431;
b. nuclei familiari senza fonte di reddito;
c. ultrasessantacinquenni;
d. famiglie monoparentali;
e. presenza di uno o più componenti disabili;
f. numero dei componenti il nucleo familiare.

Permanendo la parità, si procederà a sorteggio.
All’esame delle istanze ed alla predisposizione della graduatoria provvederà una commissione tecnica costituita con provvedimento di Giunta Comunale. La graduatoria provvisoria dei beneficiari verrà pubblicata per quindici giorni consecutivi all’Albo Pretorio del Comune.
Avverso tale provvedimento sarà possibile proporre ricorso alla Commissione di cui sopra entro il termine di quindici giorni dalla data di pubblicazione della stessa, trascorso tale termine eventuali ricorsi non saranno presi in esame.

7. MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
L’istanza deve essere presentata, a pena di esclusione, unicamente dal titolare del contratto di locazione.
Le domande di partecipazione degli aspiranti beneficiari devono essere presentate utilizzando solo ed esclusivamente l’apposito stampato predisposto dal Comune, pena l’esclusione dalla graduatoria, devono essere debitamente compilate e sottoscritte, allegando la fotocopia fronte retro di un documento di riconoscimento valido del richiedente; devono poi essere spedite insieme alla documentazione di cui al successivo punto 8), a mezzo di raccomandata AR, al seguente indirizzo:COMUNE DI APICE – Piazza Ricostruzione – 82021 APICE, o consegnato a mano al Protocollo dell’Ente in busta chiusa, entro e non oltre il 08.11.2012, pena l’esclusione riportando la seguente dicitura, BANDO DI CONCORSO – LEGGE 9 DICEMBRE 1998, N. 431 – ART. 11 – RICHIESTA CONTRIBUTO CANONE DI LOCAZIONE ANNO 2012 (farà fede la data del timbro Postale e, nel caso di consegna a mano, quella riportata dal timbro dell’Archivio Comunale).
I moduli prestampati per la domanda sono disponibili, durante l’orario di accesso al pubblico, presso il Settore Servizi Sociali.
Si precisa che verranno valutate esclusivamente le dichiarazioni rese in domanda dal richiedente e le documentazioni allegate. Le domande incomplete verranno escluse.
Gli uffici Comunali non sono tenuti ad alcuna forma di richieste di integrazioni alla domanda di partecipazione al bando.
Per la sottoscrizione delle domande di partecipazione i concorrenti potranno avvalersi delle disposizioni previste dal D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

8. DOCUMENTAZIONE
La domanda di partecipazione deve contenere pena l’esclusione dal presente bando:

– dichiarazione sostitutiva unica, resa e sottoscritta dal concorrente, ai sensi del decreto legislativo 31 marzo 1998, n.109 e successive modifiche ed integrazioni, debitamente compilata in ogni sua parte, per la verifica della situazione economica e patrimoniale del nucleo familiare;
– dichiarazione resa dal concorrente, ai sensi del D.P.R. 445/2000, per il possesso, unitamente al proprio nucleo familiare, dei requisiti previsti dall’art. 2 lettere a, b, c, d, e ed f della legge regionale 2 luglio 1997, n.18,
– dichiarazione resa dal concorrente, ai sensi del D.P.R. 445/2000, con indicazione del reddito del nucleo familiare, relativo al 2011, la dichiarazione ISE e ISEE anno 2011, dell’importo del canone corrisposto per l’anno 2012, della data di decorrenza del contratto di locazione, del periodo della locazione nonché degli estremi della registrazione ed in regola con i pagamenti delle tasse di registrazioni annuali;

Alla domanda devono essere allegati, pena l’esclusione dal presente bando i seguenti documenti:

1) copia contratto di locazione regolarmente registrato;
2) ricevuta di versamento della tassa di registrazione del contratto di locazione per l’anno 2012, Mod.F23, (nel caso in cui il pagamento non copre l’intero anno solare bisogna allegare i versamenti dai quali si evince il pagamento dell’intero periodo);
3) copia di valido documento di riconoscimento, fronte e retro;
4) dichiarazione ISE e ISEE riferito all’anno 2011;
5) copia del provvedimento di sfratto rilascio e dichiarazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, che a seguito dello sfratto hanno stipulato un nuovo contratto di locazione ad uso abitativo, con le modalità stabilite dalla legge 431/98.

L’Amministrazione provvederà ad effettuare idonei controlli sulle dichiarazioni rese dai concorrenti, disponendo, nei casi accertati di falsa dichiarazione, la decadenza dal beneficio e la denuncia all’Autorità Giudiziaria.
Per quanto non espressamente previsto nel presente bando si fa riferimento alla legge 431/98, ai relativi decreti di attuazione e alle deliberazioni della Giunta Regionale della Campania.

Prot.7596 del 9/10/2012

Il Responsabile del Settore:
Il Segretario Comunale
F.to Avv. Alessandro Verdicchio


  Download  

 

 

 

 

 

Accessibility