Raccolta oli vegetali esausti

Cari Concittadini,

il Vostro senso civico e di responsabilità ha reso possibile che il Comune di Apice vincesse il premio di “Comune Riciclone” ovvero Comune virtuoso che si è impegnato sia a conseguire elevati livelli di raccolta differenziata che ad adottare buone pratiche di raccolta. Il nostro Comune si è collocato all’8° posto tra i migliori dieci comuni della Regione Campania con popolazione compresa tra i 5.000 e 10.000 abitanti e al primo dei Comuni della Provincia di Benevento con una percentuale del 67,98% di raccolta differenziata nell’anno 2013.

Riteniamo fondamentale promuovere tutte le iniziative volte a incrementare le percentuali di raccolta differenziata ma soprattutto a salvaguardare l’ambiente in cui viviamo. È questa una priorità della nostra attività amministrativa a cui teniamo in particolar modo e su cui vogliamo sempre di più impegnarci. Per tale motivo oggi inizia la raccolta “porta a porta” anche degli oli vegetali esausti sia per le utenze domestiche che per quelle commerciali. Tale servizio è completamente gratuito per la collettività ed il costo ricadrà interamente sulla ditta che ne curerà la raccolta, il trasporto e lo smaltimento. Pertanto, stiamo distribuendo una tanica che potrà contenere oli vegetali esausti da frittura, oli e grassi alimentari deteriorati o scaduti, grassi animali come strutto di burro e di maiale, residui di oli di conserve, prodotti di gastronomia conservati sott’olio, residui di oli di prodotti in scatola (tonno, sardine, ecc…). Il suo conferimento è previsto ogni tre mesi nei giorni e negli orari indicati sull’etichetta apposta sul retro della tanica; i cittadini, quindi, provvederanno a depositarla sul ciglio della strada. Qualora dovesse riempiersi prima, essa potrà essere conferita presso il Centro di Raccolta Comunale sito in Via dell’Unità. Per poter ricordare il giorno del conferimento è sufficiente registrarsi al Servizio INFO-SMS sul sito del Comune www.comune.apice.gov.it ed un messaggio gratuito sarà inviato al recapito telefonico indicato.

È questo un altro passo importante per la Nostra comunità!

Riteniamo utile rappresentare che l’olio esausto è altamente dannoso:

  • per l’acqua degli ecosistemi, a causa del velo che si forma sulla superficie non consente lo scambio dell’ossigeno necessario alla vita dei pesci e della flora acquatica;
  • per le falde acquifere, perché penetrando in profondità inquina l’acqua rendendola non potabile;
  • per i collettori fognari, perché miscelandosi ad altri materiali  provoca ostruzioni ed intasamenti pericolosi in caso di grandi piogge;
  • per i depuratori, perché ne impedisce il normale funzionamento causando aumenti dei costi di manutenzione.

Se raccolto in maniera differenziata, l’olio esausto può invece essere avviato a recupero e trasformato in prodotti molto utili tra i quali biodiesel, distaccanti per edilizia, prodotti per la cosmesi, inchiostri e nuova energia.

Questa importante iniziativa segna un ulteriore passo in avanti verso scelte di sostenibilità ambientale e corretta gestione di tutte le tipologie di rifiuti.

È assolutamente fondamentale lavorare tutti assieme, anche perché la Vostra sensibilità ed il Vostro senso di responsabilità ad ogni innovazione in tema di recupero e riciclo dei rifiuti ci consente di promuovere  comportamenti sempre più virtuosi ed ecosostenibili, così da consegnare ai nostri figli un paese sano, pulito ed accogliente.

Ivan Zullo – Assessore all’Ambiente

Ida Albanese – Sindaco 


 

 

 

 

 

 

 

Accessibility