Piano Comunale di Protezione Civile

 

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

Il Piano Comunale di Protezione Civile individua e presenta, a livello locale, l’insieme delle azioni di protezione civile necessarie per far fronte al verificarsi di un evento emergenziale.

Lo scopo di un Piano di Protezione Civile è quello di garantire una risposta efficiente ed efficace mediante l’impiego delle risorse disponibili e necessarie ad organizzare i primi interventi, per prevenire, soccorrere e superare un’emergenza e favorire il ritorno alle normali condizioni di vita. A tal fine, il Comune di Apice, in ottemperanza alla Legge 100/2012, ha redatto il presente Piano Comunale di Protezione Civile per salvaguardare la vita delle persone ed i beni presenti sul territorio riducendo al minimo i danni che un evento calamitoso può provocare. Sono, altresì, previste attività di formazione degli operatori comunali e dei volontari e incontri volti a informare la popolazione tutta.

Il presente Piano Comunale di Protezione Civile è stato redatto in conformità a quanto sancito dalla vigente legislazione nazionale e regionale in materia di Protezione Civile, secondo il metodo “Augustus” (predisposto dal Servizio Pianificazione ad Attività Addestrative del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e dalla Direzione Centrale della Protezione Civile e dei Servizi Logistici del Ministero dell’Interno nel 1998) e secondo il “Manuale operativo per la predisposizione di un Piano Comunale o Intercomunale di Protezione civile” (redatto dal Dipartimento di Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ottobre 2007).

Il Piano Comunale di Protezione Civile è strutturato nelle seguenti tre parti:

  1. Parte generale, che raccoglie tutte le informazioni relative alla conoscenza del territorio e alle reti di monitoraggio presenti, finalizzate all’elaborazione dei possibili scenari di danno che si possono verificare nell’area in esame;
  2. Lineamenti della pianificazione, che individua gli obiettivi da conseguire per organizzare un’adeguata risposta di protezione civile al verificarsi dell’evento e indica le Componenti e le Strutture Operative;
  3. Modello di intervento, che indica l’insieme, ordinato e coordinato secondo procedure, degli interventi che le Componenti e le Strutture Operative di Protezione Civile individuate nel Piano attuano al verificarsi dell’evento.

Il Piano vuole essere uno strumento capace di:

  • definire gli eventi calamitosi che potrebbero interessare il territorio comunale,
  • prevedere gli scenari che potrebbero scaturirne,
  • organizzare la risposta operativa funzionale a minimizzare gli effetti dell’evento atteso,
  • definire una “squadra” di funzionari e tecnici e stabilirne ruoli e responsabilità per una pronta e coordinata risposta.

Di seguito si riportano le tavole componenti il Piano Comunale di Protezione Civile:

 

 

 

 

Accessibility