IMU 2013 – 1

 

ACCONTO I.M.U. – Anno 2013

 

Si ricorda che il 17 GIUGNO 2013 è il termine ultimo per effettuare il pagamento della prima rata dell'imposta municipale propria (I.M.U.), ad esclusione:

  1. dell’abitazione principale e relative pertinenze (categorie catastali: A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7, C/2, C/6 e C/7);
  2. dei fabbricati strumentali all’agricoltura;
  3. delle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;
  4. degli alloggi regolarmente assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP.

Per la determinazione della prima rata si dovrà calcolare l’importo dell’imposta applicando:

  • LE ALIQUOTE approvate dal C.C. con deliberazione n. 12 del 01.06.2012:
6 PER MILLE
Unità immobiliare adibita ad abitazione principale nella quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.
6 PER MILLE Unità immobiliari di pertinenza dell’abitazione principale classificate nelle categorie c2, c6 e c7 nella misura massima di una per ciascuna delle categorie.
6 PER MILLE Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché gli alloggi regolarmente assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP.
10,6 PER MILLE

(7,6‰ QUOTA STATO +
3,0 ‰ QUOTA COMUNE)

Per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D.
10,6 PER MILLE Altri immobili diversi dai precedenti (altri fabbricati, aree fabbricabili, uffici, negozi, ecc…).

 

  • LA BASE IMPONIBILE: si determina aumentando la rendita catastale (già in possesso del contribuente) del 5 per cento a titolo di rivalutazione, e poi applicando i moltiplicatori previsti dalla legge:
Classificazione catastale
Moltiplicatore
Abitazioni (cat. A, esclusi gli A/10), Cantine, magazzini, garage, tettoie, ecc. (cat. C/2, C/6 e C/7)    160
Uffici e studi privati (cat. A/10) 80
Edifici pubblici (cat. B) 140
Negozi e botteghe (cat. C1) 55
Laboratori artigiani, fabbricati ad uso sportivo, ecc. (cat. C/3, C/4 e C/5) 140
Edifici industriali e commerciali, alberghi (cat. D, esclusi i D/5) 65
Banche e assicurazioni (cat. D/5) 80

 

  • LE DETRAZIONI:
€ 200,00 Per abitazione principale, abitazioni assimilate all’abitazione principale e relative pertinenze.
€ 50,00
Per ogni figlio avente dimora abituale e residenza anagrafica nell’abitazione principale, di età non superiore a 26 anni (compiuti). L’importo complessivo non può essere superiore ad € 400,00.

 

Per determinare il valore delle aree fabbricabili si applicano ancora le disposizioni dell’I.C.I.

Il valore delle aree edificabili ai fini IMU, per l’anno 2013, è confermato secondo i valori seguenti:

Zona Urbanistica
Descrizione Valore al mq.
B Completamento € 30,00
C Espansione residenziale urbanizzata € 30,00
C Espansione residenziale non urbanizzata € 15,00
D Artigianale, industriale e commerciale urbanizzata € 30,00
D Artigianale, industriale e commerciale non urbanizzata € 15,00

 

MODALITÀ DI VERSAMENTO

SCADENZE

Il versamento dell’imposta deve essere effettuato in due rate:

  • la prima pari al 50% dell'imposta dovuta entro il 17 giugno
  • la seconda a saldo entro il 16 dicembre.

E' possibile versare l'imposta dovuta in un'unica soluzione entro il 17 giugno 2013.

Mod. F24 Presso gli sportelli bancari o postali utilizzando il modello F24.
Arrotondamento Sul totale dovuto, all’euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero all’euro per eccesso se uguale o superiore a 50 centesimi. L’imposta non è dovuta se il totale annuo è inferiore a €. 12,00.

 

CODICI TRIBUTO PER MODELLO F24

3912
IMU su abitazione principale e pertinenze – COMUNE
3916
IMU su aree fabbricabili – COMUNE
3918
IMU su altri fabbricati – COMUNE
3925
IMU su immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO
3930
IMU su immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – INCREMENTO
A328
CODICE ENTE

 

DICHIARAZIONE

Non sono tenuti alla dichiarazione i contribuenti che hanno presentato la dichiarazione ai fini dell’imposta comunale sugli immobili (ICI) purché compatibile con la disciplina dell’imposta municipale propria.

Tutti coloro che sono invece obbligati, devono presentare la dichiarazione I.M.U. entro il 30 giugno dell’anno successivo alla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta.

Chi la presenta:

  • chi  ha  cambiato  la  propria  situazione  immobiliare  (ha  comprato,  ha  venduto,  ha  ereditato  nel  2013; ha  cambiato residenza), nel caso in cui l'atto notarile non sia transitato attraverso il MUI (modello unico informatico);
  • i soggetti titolari di immobili che beneficiano di riduzioni di imposta, come per fabbricati inagibili o inabitabili, di interesse storico-artistico, o che godono di riduzioni di aliquota deliberate dai comuni e nei casi in cui il comune non conosce le informazioni necessarie per  verificare il corretto adempimento dell’obbligazione tributaria;
  • l’amministratore di condominio per conto di tutti i condomini e nel caso l’amministrazione riguardi più condomini, per ognuno di essi va presentata una dichiarazione IMU distinta;
  • I coniugi separati legalmente, assegnatari del diritto di abitazione della casa;

Nel caso in cui due coniugi risiedano in distinte abitazioni: la dichiarazione serve a chiarire quale delle due gode delle riduzioni prima casa ed eventuali figli a carico chi ha acquistato un'area edificabile ed eventuali variazioni di valore.

Cliccando sull'immagine all'inizio del presente avviso è disponibile il programma per il calcolo dell’imposta I.M.U. dovuta, e la stampa del  modello F24.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al personale dell’ufficio tributi (Tel. 0824.921718 – 0824.921722) negli orari di apertura al pubblico.

IL RESPONSABILE DEL SETTORE FINANZIARIO
Il Segretario Comunale
Dott. Alessandro Verdicchio

Accessibility